Tuesday, June 18, 2013

Jasmine memories -- Ricordi al gelsomino


Il gelsomino!!!

Finiscono così le lunghe giornate estive in Sicilia, con il profumo di gelsomino che si diffonde intorno alla casa. Il sole e' ormai dietro alle colline, l'aria comincia a rinfrescarsi e un leggero vento si alza, aiutando l'aroma di questo fiore a disperdersi. Penso a quelle sere d'estate, quando si accendono le candele alla citronella per tenere lontani i moscerini, ci si rilassa seduti fuori in terrazza, a guardare il paesaggio con i suoi tanti piccoli paeselli sparsi per le colline, le luci cittadine che si fanno più vivide quanto più scura si fa la sera.

Mi manca l'estate, il caldo bruciante, la gente in spiaggia che si lascia pazientemente friggere al sole, i gelati rinfrescanti, i tuffi nelle acque cristalline, le passeggiate al lungomare, le notti passate a dormire in terrazza….da piccola dormivo sempre all'aperto in estate, perche dovevo scrutare il cielo e avvistare le stelle cadenti per esprimere i miei desideri. Che poi, neanche me li ricordo adesso, e se si dovessero avverare non lo sapro' mai…

Adesso che vivo in una grande città, ma grande davvero, basta poco per avere nostalgia delle cose belle di casa, della granita per colazione la mattina presto, rigorosamente alla mandorla affogata al caffè; del profumo dei fiori, della zagara all'attraversare la piana con l'aroma intenso che emana dagli aranci a ogni lato dell'autostrada; del gusto pieno di ogni cibo, dei grandi spazi aperti e della vista che si perde tra le colline e il cielo. E basta tornare a piedi un giorno dal lavoro, proprio all'imbrunire, e a un certo punto del percorso avvertire la fragranza tanto familiare per richiamare questi ricordi che sembrano di una vita e più fa.

A casa abbiamo due varietà di gelsomino, una dai fiori grandi e profumatissimi arrampicato su per la scala esterna, che diffonde il suo aroma alla mattina, e un'altra dai fiori più piccoli accanto al cancello di ingresso che invece profuma di più la sera. O forse e' al contrario, ma credo di non sbagliarmi. Adesso a dire il vero non so più quale delle due varietà e' rimasta, o se ne e' rimasta alcuna, ma quest'anno controllerò. Non capita spesso di tornare a casa nel pieno dell'estate, e se non la mia attenzione, i miei sensi -il mio olfatto in particolare- saranno catturati se c'e' anche solo una flebile traccia di fragranza nell'aria. 

************

Jasmine!!!

The long summer days in Sicily end this way, with the scent of jasmine around the house. The sun is behind the hills, already, the air is cooling down and a gentle breeze comes and disperses the fragrance. I think of those summer nights, when one lights the citronella candles to keep mosquitoes away, chill out on a terrace looking at the landscape and its small towns scattered on the hills, their lights growing brighter as much as the evening grows darker.

I miss summer, the scorching heat, people on a beach being patiently fried up in the sun, refreshing ice creams, dips in the clear sea, long walks along the seaside, the night sleeps on a terrace…when I was little I always wanted to sleep outside because I had to scan the sky looking for shooting stars and wish upon them. Now, I don't even remember now what I wished back then, so should any of those come true I will never know…

Now that I live in a big, big city, very little is enough to bring me back home with the mind, missing breakfast with a rigorously almond granita with real espresso, the smell of flowers, like orange blossom while driving through the citrus gardens when the strong aroma from the trees everywhere around fills up the car, the taste of each food, the big open spaces and the view going until the hills meet the sky. And walking back home from work one day, after sunset, passing by a spot on the way where the familiar fragrance hit the nostrils is just enough to recall all this, that seemed to have happened one life ago.

We have two variety of jasmine at home, one with bigger flowers near the stairs that is active in the morning, and another one with smaller flowers near the main entrance gate that is active in the evening. Maybe it's the other way around, but I think I got it right. Actually, I don't know whether by now either of them or none is alive, but I will check this year. It's not so often that I go back home in summer time, and if not my attention, my senses -olfactory receptors, specifically- will be caught by a even perceptible trace in the air.



2 comments:

  1. Ciao Marina! What a nostalgic post. I loved it. You're so right--the smell of jasmine in the air and the taste of granita for breakfast have to be two of the best things in the world!

    ReplyDelete
  2. Hey Jann, thanks for your comment!!
    I am counting the days till when I can do these things again.
    Summertime in SIcily, there I come!! :)

    ReplyDelete