Tuesday, July 17, 2012

Isolation break - Pausa isolamento


Mi dicono che mi sto chiudendo troppo in me stessa, che sono asociale. Spieghiamolo...

Ultimamente non ho ne' le forze ne' i soldi per uscire sempre con tante persone. Addirittura non sto neanche invitando gli amici a casa mia, che e' sempre stata famosa per questo. Non sto neppure andando a ballare salsa, che e' l'unica cosa che mi ha ridato vita circa tre anni fa! Non sono depressa, non sono nostalgica. A dire il vero sto bene, che e' una gran cosa. Al momento vivo una fase in cui preferisco passare del tempo di qualità con uno o pochi amici che ho ancora qui (o stare da sola), mi trovo nella mia fase di isolamento, da non confondere con eremitaggio….

Non esco più con i colleghi. Lavoro con lo stesso gruppo di persone da circa 5 anni e ho fatto le mie serate con loro, pero' ora sono stanca. Più o meno siamo cambiati tutti, i nostri interessi divergono, non abbiamo molto da condividere a parte lo spazio in ufficio…ovviamente ogni tanto facciamo qualcosa assieme, lo spirito di gruppo c'e' ancora e alla fine ci divertiamo pure, ma la cosa importante e' che ormai siamo colleghi e non migliori amici. Lavoriamo assieme e a parte quello non facciamo molto altro assieme.

Sono anche selettiva, mi piacciono poche persone e questo solo perché conosco poche persone (nel mondo) con cui mi sento a mio agio…sono piena di insicurezze, e la maggior parte delle persone che incontro mi fanno sentire ancora più insicura….di per se incontrare nuove persone e' un compito difficile, un'attività piuttosto esigente, e la maggior parte delle volte finisce che lascio perdere, non vale la pena. Essere selettivi significa anche scegliere con maggiore attenzione quando e con chi uscire, cambiare le priorità. Significa anche che alcune persone non mi piacciono, tipo quelle persone a cui non importa nulla di nulla, piene di solo chiacchiere, eccessivamente sicure di se e che si impongono..di certo non persone con cui mi piace essere. Non voglio leader, non voglio guerrieri senza paura, voglio amici, quelle persone con cui passare il tempo assieme e' qualcosa di piacevole non qualcosa di cui aver paura.

In aggiunta, tutte le persone con cui ho creato un legame sono andate via, e mi rendo conto che fare nuove amicizie e' piuttosto difficile. Penso sia perché i nostri bisogni cambiano col tempo, e le nostre aspettative cambiano anche…sono selettiva perché sono esigente, sono più vecchia e quello che voglio non e' quello che volevo qualche anno fa.

Sono stanca ma proprio stanca di dovermi mettere in treno per andare da qualsiasi parte. E meno male che qui i trasporti pubblici funzionano bene! Pero', essendo diventata una persona abbastanza pigra, non mi va di spostarmi tanto, non voglio fare la fatica di andare in stazione, prendere il treno, aspettare le coincidenze, passare da 10 a 60 minuti in treno….e' un sacco di tempo che si spreca! Preferisco piuttosto usare quell'ora per andare a correre lungo il fiume o per altro di più interessante.

E poi, il grande deterrente e' il fastidio che stare a contatto con la gente mi procura: a Tokyo ci sono troppe persone, sono ovunque, tante, ammassate nei treni, quando si muovono nelle stazioni, quando camminano per strada senza curarsi degli altri passanti, quando ingombrano la strada davanti a te, quando ti sbattono contro, quando ti si addormentano addosso…..la mancanza di uno spazio personale combinata a una claustrofobia che si e' accentuata di anno in anno, sono forse le cause principali che mi fanno desistere una volta su due dall'uscire e incontrare gente.

Troppo tempo a Tokyo forse? In passato andavo in giro ogni mese, vacanze o gite fuori porta, per staccare la spina. Ora non ne ho il tempo. Sara' che ho solo bisogno di una bella pausa e che me la devo prendere in un modo o nell'altro? 


**************

I am told I am isolating myself too much, I am antisocial. Let's explain….

Lately I don't have the energy nor the money to always hang out with many people. I don't even invite friends at my place anymore, while it used to be always lively and busy. I am not even going to salsa, which is the only one thing that gave me life since three years ago!!!! I am not depressed, I am not sad nor nostalgic. I feel fine, actually, that's the great thing. I right now am in that phase when I prefer to spend some quality time with one or a few friends I still have here (or by myself), I am in my isolation mood phase.

I don't go out with people from work anymore. I have been working with the same group of people for about 5 years, and I have done my partying with them but I am now tired. We have more or less changed, our interests diverge, we have nothing to share apart from the office space…surely we get together sometimes, the group spirit is still there and we might end up spending a good time, but the important difference is that we are coworkers not best friends. We work together, but we don't do many things together outside work.

I am also selective, I like few people and that is solely because I know very few people (worldwide) I feel comfortable with...I am full of insecurities, and most of the other people I meet make me feel even more insecure…meeting new people is itself already a difficult task, rather demanding activity, and most of the times it ends up with giving up on them, they are not worth the effort. Being selective means that one chooses carefully when and with whom going out, that priorities change. It also means I don't like someone, right, specifically those type of persons who are careless, full of B.S.,over confident and proving themselves all the time…not the ones I'd love to be with. I don't need leaders, I don't need fearless warriors, I need friends, people whom spending time with is something enjoyable, not dreading.

In addition, all the people I created a bond with are now gone, and I can see that making new friends is somehow more difficult. I think it is so because our needs change over time, and our expectations from people change too…I am selective because I am picky, I am older and I my demands differ form the demands I had some years ago. 

I am tired, really tired of catching a train to go any where. Thankfully here public transportation is excellent! But, having become a lazy person, I don't want to go too far, I don't want to go to the station, take a train, wait for the connection, spend something between 10 and 60 minutes commuting…it's a lot of time gone wasted!! I'd rather use that hour to jog along the river or to do something interesting.
Then, the big deterrent is the bad feeling that being close to other people provokes: too many people in Tokyo, everywhere, packing the trains, walking in the stations, crossing people's ways without caring, blocking your way in front of you, bumping into you, falling asleep on you….the lack of personal space combined to the discovery of a claustrophobic nature that worsen every year are perhaps the main causes that refrain me from going out half of the times.

Too long in Tokyo maybe? In the past I used to go somewhere every month, either vacation or just trip some place near, just to pull the plug. I don't have that time now. May it be that I just need a nice break and I shall get it one way or another?



2 comments:

  1. Mia moglie, giapponese, e' appena tornata dal classico annuale rito della visita genitori: la prima cosa che ha detto e' che c'e' troppa gente DOVUNQUE, in Giappone......quindi ti capisco, hai la mia, inutile, solidarieta'. Probabile che cominci ad averne pieni gli zebedei dell'arcipelago, sono momenti, passera'. Se ad albino ho consigliato un piano F per te forse basta quello M......

    A.

    ReplyDelete
  2. Hahahha, infatti, il piano M......
    ma si si passera'. E' una fase fisiologica normale, dopo cosi tanto tempo si sa, ci vuole una pausa e poi si puo' ricominciare.

    ReplyDelete