Saturday, October 29, 2011

My Birthday Party(ies)

Ho festeggiato i miei 30 anni in totale 7 volte, con gente diversa e in posti diversi. Coi colleghi, con gli amici più stretti, con gli italiani, con collaboratori provenienti dal vecchio e dal nuovo continente. Al ristorante, al parco o in izakaya, ballando o bevendo, fatto sta che il mese e' volato e mi sento con dieci anni di più!!

Pero' ne avevo bisogno, per tanti motivi.
Principalmente per esorcizzare la paura del tempo che passa, poi per ricordare i 30 come inizio di un decennio che dovrebbe essere importante e per certi aspetti cruciale, poi perché sono lontana da casa e non posso contare sull'affetto dei miei familiari, poi perché coi tanti amici che ho era impossibile organizzare giusto una serata in compagnia….
Chissa' poi perché questa voglia di festa. Come ho detto sempre, non amo i compleanni, mi fanno sentire frustrata perché mi soffermo a pensare che un altro anno e' passato e io non ho concluso niente di buono. Il tempo scorre e io non riesco a stargli dietro come vorrei. 
D'altra parte, l'idea di essere protagonisti, di spegnere delle candele su una torta, spumante, ricevere tanti baci e abbracci, regali, messaggi affettuosi, altri regali, fa si che la voglia di festa abbia il sopravvento soprattutto in occasione di una data significativa. 

Come abbiamo festeggiato, quindi?Una prima volta a casa mia, con amici e colleghi del vicinato; poi con il gruppo di amici italiani, con cui ci si diverte sempre e io ci guadagno un daikon fresco ogni volta; poi si continua con un picnic al parco per passare alla festa con i colleghi dopo il lavoro; successivamente si festeggia con Lu e Chizu e il piccolo Leon, pizza italiana e vino;un'intera notte di festeggiamenti e' quella che vede il mio compleanno al locale di salsa, serata magnifica ricca di sorprese;concludiamo il mese con una festa improvvisata per celebrare anche con alcuni cari amici in visita di lavoro a Tokyo che si e' poi trasformata in una notte di karaoke assieme a degli insospettabili… 

Per buttarla sui numeri, così da avere giusto un'idea, ecco come e' andata: 7 feste, 6 torte, di cui 2 fatte da me e una fatta da Morana, una cifra imprecisata di candele spente (credo siamo intorno a 50), 60 invitati in totale, 30 arancini, 2 fratelli gemelli, 290 foto, 4 video, 1 notte di karaoke, 1 notte di salsa. 

Ci sono anche gli amici chiave, in questi casi, a cui va tutto il mio affetto e coloro che non saro' in grado di ringraziare abbastanza. Parisa e Morana sono in cima alla lista dei ringraziamenti speciali. A dire il vero dovrei ringraziare tutti, uno per uno, fosse anche solo per il fatto di aver partecipato, in alcuni casi a più di una festa, ma essendo la lista lunghissima, uso un grazie collettivo. Che non me ne vogliate! 

**********************

I celebrated my 30th birthday 7 times, with different people and in different places. With colleagues, with the closest friends, with the Italians, with collaborators coming from the old and new world. At the restaurant, at the park, at the izakaya, singing or dancing, facts are that this month went away and I feel 10 years older!!!

But I needed it, for many reasons.
Mainly in order to send away the fear of time passing by, then in order to remember the 30th as the beginning of a decade which should be important and crucial, then because I am far from home and I can't share this with my beloved ones, then because with so many friends just arranging one big meet up would have been impossible….
Wondering why this wish to celebrate, by the way. As I always say, I don't like birthdays, they mane me feel frustrated because I think of another year gone and I haven't done anything good. Time runs away and I can't catch it as I wish I could. 
On the other hand, the idea of being the protagonist, of blowing candles, sparkling wine, of getting kisses and hugs, presents, cards, more presents, is so nice that the wish to party becomes essential especially in case of such a meaningful birthday.

How did we celebrate, then? One time at my place, with friends and colleagues living in the neighborhood;after that with the group of Italian friends, with whom it7s always fun and I end up getting a fresh daikon (radish) every time;a picnic at the park follows up, to go to a party with coworkers after work;then I celebrate with Lu and Chizu and the little Leon, italian pizza and wine; partying all night is what happens when I celebrate my birthday at the salsa club, wonderful night full of surprises; we finish this month with an improvised party to celebrate with a couple of dear friends visiting Tokyo for work. It then transformed into a karaoke night together some unusual suspects…

To put it in numbers, just as a rough idea, that's how it went: 7 parties, 6 cakes, of which 2 I baked and one Morana baked, a imprecise number of candles blown (I guess around 50), 60 invitees in total, 30 arancini, 2 twin brothers, 290 photos, 4 videos, 1 night of salsa, 1 night of karaoke.

In these cases, key friends are always there. To them is all my love and I know I won't be able to thank them enough. Parisa and Morana are on top of the special thanks list. So say the truth I should thank each and every one, just for joining, in some cases to more than one party, but the list being long, I use a collective thank you. Please, don't be mad at me! 





















3 comments:

  1. Wow, quanti festeggiamenti!!!
    Non so se è perchè compirò 30 anni anche io a dicembre, ma anche a me quest'anno è presa una smania di fare feste :-/
    Credo ne avrò almeno 2: una con gli amici e una con i miei genitori, che sono lontani e ho obbligato a venire da me per il fatidico giorno :D
    Nel frattempo, mi diverto a pensare a cosa organizzare.
    Auguri ancora e buon we! ^__^

    ReplyDelete
  2. Che bello che i tuoi vengono, io di certo non posso chiedere ai miei genitori di farsi 12 ore di volo e venirmi a trovare giusto per una festa di compleanno.....

    ReplyDelete
  3. Io disto solo 5 h di viaggio. Se abitassi anche io in Giappone li vedrei solo su Skype :D

    ReplyDelete