Monday, December 10, 2007

Lifestyle: Vending Machines

Ancora un'altra puntata della serie Likefestyle per parlare del fenomeno delle "vending machines" , i distributori automatici....di cosa? Vi chiederete voi...di tutto, rispondo io!

Testimoni parlano di distributori assurdi, ma sinora io ho solo potuto vedere quelli più comuni, ovvero quelli delle sigarette, delle bevande e degli snack, ad esempio gelati o merendine mordi e fuggi...quelli degli ombrelli.

E allora perchè tanto accanimento da dedicarci addirittura un post?, chiederete voi....beh, perchè qui non si avrà mai quella sensazione che ha chi si trova nel mezzo del deserto a desiderare da bere o da mangiare e avere miraggi.....

Ogni angolo, anfratto, buco recondito, nicchia, tunnel, pozzo, ogni luogo ai confini del mondo (=giappone) ha la sua buona dose di distributori: file lunghe e interminabili di sputavivande a pagamento si vedono ovunque e si moltiplicano a una velocità assurda.


Alla radice della cotanta abbondanza di distributori vi è l'abitudine tutta giapponese di dimenticare qualcosa, vedi i distributori di ombrelli, ma anche di avere a portata di mano tutto anche nelle condizioni più sfavorevoli, vedi i distributori di ombrelli.

I distributori si trovano anche in cima al monte Fuji.Si trovano in riva al mare. Si trovano all'ingresso dei supermercati (qualcuno , pr favore, me ne spieghi l'utilità).Si trovano all'ingresso dei ristoranti e dei pub. Si trovano nelle aree comuni delle aziende (avete presente la sit-com cAMERA CAFE....ecco). Si trovano disseminati ad una distanza di pochi metri uno dall'altro all'interno dei centri commerciali. In sostanza, si trovano dappertutto. E questo, per far si che il povero, assetato, stanco, affamato consumatore non incappi nel rischio di morire per una bottiglietta di the verde o acqua vitaminizzata arricchita ionizzata e aromatizzata al gusto di quello che ti pare....

Tra le più esilaranti, quelle che snobbano la resa della vivanda per caduta libera e che invece adottano una tecnica di terza generazione: selezioni il numero della cosa scelta, dal basso comuncia a muoversi, grazie ad un ingegnoso sistema di pistoni e aria compressa, una piattaforma in metallo fino a raggiungere l'oggetto da sputare fuori, un braccio meccanico si preoccupa di agganciarlo e di posozionarlo all'interno di una nicchia dalla quale può poi essere preso dalla persona.....tutto ciò è spettacolare.

Ma se durante l'attesa che il vostro caffè venga preparato, sempre da una attivissima e precisa macchina distributrice, vi annoiate, allora potreste optare per le macchinette che consentono di vedere tutti i passaggi della preparazione della bevanda, grazie a uno schermo che proietta in tempo reale le immagini registrate da una telecamera all'interno del mostro...se poi non siete ancora soddisfatti e l'attesa vi sembra comunque noiosa, nessun problema, perchè la macchina vi intrattiene anche con un sottofondo musicale, in tema con la miscela di caffè da voi richiesta.

Se poi vi scoccia anche andare nelle edicole o nei supermercati convenzionati per acquistare i biglietti, o meglio, gli abbonamenti mensili per i mezzi pubblici (traghetti, autobus, treni, ecc), questi si possono acquistare senza fatica da parte vostra, manco a dirlo, dai distributori automatici.....


Another episode of Lifestyle to talk about VENDING MACHINES....vending what? you can ask....everythink I say!

Witnesses tell about absurd machines,but I've seen only the cmmon ones: cigarettes, drinks, snacks, like ice creams or crunchy choco creamy stuff....and umbrellas.
So, why a post on my blog about a common topic? you may ask...because here you won't have the sensation of who is in the middle of the desert wishing to have something to drink and visualizing the non existent....

Every corner, remote hole, tunnel, cubby, pothole, every place at the borders of the world (=Japan) has its dose of vending machines: long and endless stretches of drinks-vomiting machines are seen anywhere and their number increases at high speed.

The roots of such abundance are to be found out in the all Japanese habit of forgettin something, see umbrellas vending machines, or of having averything available even with the most unlucky conditions, see the umbrellas vending machines.

The machines are on top of the mount fuji. They are at the sea. They are at the entrance of supermarkets (would please someone explain me their utility). They are at the entrance of pubs and restaurants. They are in the recreation areas in the companies. They are disposed a bunch of foot steps one to another in the huge malls and department stores. That is, they are, indeed, everywhere. And it is in order to make the poor, tired, hungry, thirsty customer not to die because of a missing bottle of green tea or vitamin-added enriched ionized and what-you-like-based taste...

Among the most hilarious machines, the ones that replace the ancient fall of the item due to gravity with a smart third generation technique: you select the number of your favourite item, a metal patform starts moving from the bottom to the level of the requested object, the item is grabed by a mechanical arm and deposited into a hole where the person can dig it out....spectacular.

If you still get bored, you can choose those coffee vending machines that include a screen projecting a movie of what happens inside the monster, real time, and you can hear a very nice melody entertaining you, that matches the blend you decided for your coffee.

Finally, if you're bored to get in the shops to try to buy, say, bus cards, ferry cards or whatever card for commuting, well, no need to say...you find the card vending machines...

No comments:

Post a Comment