Wednesday, June 7, 2017

Meat medley cooking school

I am coming close to doing cooking classes only for aficionados, it seems…I proposed a new menu recently, and again, as it is happening often, the class was rapidly booked by the usual suspects. This time I had 4 returning customers and one new. I am starting to think that soon I will always get the very same 5 guests each time I teach a new menu. That would actually be fantastic, because it would feel more and more like a dinner among friends than a cooking class.

The last class I gave had indeed that sort of vibe; I already knew the participants (that means that I don't need help in recalling their names...isn't that great?), and as they are returning guests, meaning they like my teaching (or the food, or whatever), I don't need to worry much about the technicalities of the class itself. In facts, we all worked together and chatted in the meantime, we laughed and managed to produce a 5-dishes dinner in just a couple of hours. Not to mention that cleaning up afterwards needed no more than 15 minutes.

I do especially like this group of women, I have to say, they're really nice, I get along well with them and it seems they get along with each other too. The picture we took at the end all together speaks already by itself.

Down to the food, we cooked a medley of meat dishes: my very own baked potatoes with bacon, herbed meatballs, Palermo style cutlets, all accompanied by a light green salad and bruschetta. All dishes were prepared using a minimal set of simple ingredients, but the results were balanced, filling and yummy food. I proposed a ricotta mousse as dessert, with a presentation decoration that was very improvised but very effective.

I do hope the same group will unite again in future cooking occasions (note to self: provide more wine, we like it).

**********

Pare che mi stia avvicinando al fare lezioni solo per clienti affezionati…di recente ho proposto un nuovo menu, e di nuovo, come ormai capita spesso, la lezione e’ stata prenotata dai soliti sospetti. Stavolta avevo quattro studentesse che conoscevo e una nuova. Comincio a pensare che presto mi capiteranno sempre le stesse 5 persone ogni volta che inizio un nuovo menu. Sarebbe fantastico, perché sembrerebbe più una cena tra amiche che una lezione di cucina.

La lezione di cui parlo aveva proprio questo tocco: le partecipanti erano a me note (il che significa che non mi serve aiuto a ricordare i loro nomi. Bello no?), e visto che sono clienti che ritornano (o perché gli piace come insegno o per le ricette o checchessia) non avevo la minima preoccupazione per la lezione in se. E infatti abbiamo praticamente lavorato assieme, nel frattempo abbiamo chiacchierato e ci siamo fatte due risate, e tra tutto ciò siamo riuscite a sfornare ben cinque piatti nel giro di un paio d’ore. Per non parlare della fase di pulizia che e’ stata di soli 15 minuti.

Questo gruppo mi piace davvero tanto, lo devo dire, sono tutte simpatiche, mi ci trovo bene e mi sa che anche loro hanno legato un po. La foto di gruppo che abbiamo fatto alla fine parla da sola.

E ora, le ricette, con il tema carne: la mia personale interpretazione di patate al forno con pancetta, polpette alle erbe, cotoletta alla palermitana e poi per accompagnare un’insalata semplice e qualche bruschetta. Tutti i vari piatti hanno richiesto solo una manciata di ingredienti semplici, ma il risultato e’ stato di una cena bilanciata, sana e buonissima. Come dolce ho proposto una mousse di ricotta, la cui presentazione e’ stata un’improvvisazione del momento ma e’ piaciuta molto.


E ora spero che lo stesso gruppo si possa riunire nuovamente in futuro (nota per me: ci piace bere, quindi più vino).




No comments:

Post a Comment