Friday, October 10, 2014

Cucina Marina - Hawaiian birthdays

The best part of throwing a party at your place is having leftovers for days. Technically, though, if I don't even cook the food, that's not qualified as leftover. 

The worst part of throwing a party at your place is having all leftovers gone within 24 hours because you will be away for a week from the next day. You don't really want all that good food go bad while you are away, or worse transform into something else and give rise to new forms of life…

Well well well, it all starts with a Hawaiian themed dinner with coworkers. I keep out of the story the how we came up with the theme and the dinner. There we are, 14 people squeezed in my living room, eating Hawaiian style fried rice (with SPAM meat, of course!), tropical salad, which were the picks from Cucina Marina chef, together with a rather rich shopping taken care by my guests. Don't ask me how foie gras, French cheese and French wine, or Polish vodka became part of the menu, but that's what we had and that's what we had.

I also baked a cake, the classic Hawaiian upside-down cake with pineapple, in its double role of dessert and birthday cake for few colleagues whose birthdays were between end of September and early October.

Also, my guests brought a ginormous amount of alcohol (tells a lot about priorities uh?) that went down very quickly and nearly all the boys (and a girl) were soaked drunk to the bone.

We've had the expected distribution of a hell lot of trash, a few knocked glasses with spills all over the place, lots and lots of laughter, mandatory furniture reshuffle, occasional shelves dismantling, smokers on the balcony missing the cake, late nighters, garbled/nonsense conversations, hugs, me walking around all evening with a hand towel hanging off my shorts pocket.

I was also particularly glad to see how committed my guests were to the theme, especially considering that there was not enough time to organize a proper theme-ization…people showed off their Hawaiian shirts, or shorts, arrived wearing flower garlands, bough Hawaiian beer. We had a blast.

So…success?

***************

La parte migliore dell'avere feste a casa e' che c'e' mangiare pronto per giorni. 

La parte peggiore dell'avere feste a casa e' che c'e' da mangiare per giorni anche quando lo si deve finire entro 24 ore dalla partenza per una settimana di lavoro fuori sede. E' infatti un peccato dover buttare tutto, o anche lasciare tutto in frigo con la sorpresa al ritorno di trovare nuove forme di vita…

Dunque, dunque tutto inizia con una cena per colleghi col tema Hawaii. Lasciamo da parte la storia sul come si sia arrivati al tema e alla cena. Eccoci qui, 14 persone accalcate nella mia piccola casetta, a mangiare riso hawaiano e insalata tropicale (due ricette direttamente provenienti dalla Cucina Marina), in aggiunta a un carrello della spesa abbondante portato dai miei ospiti. Ora, non chiedetemi come abbiano fatto pate' di fegato d'oca, formaggi e vino francese e vodka polacca a trovarsi a casa mia, ma questo c'era e questo si e' mangiato.

Ho anche preparato una torta, la classica ricetta hawaiana della torta sottosopra, a fungere sia da dolce che da torta di compleanno per un paio di colleghi i cui compleanni cadono tra fine settembre e inizi ottobre.

In aggiunta, i miei commensali si sono proprio lasciati andare con la lista degli alcolici (quando si dice che ci sono priorità nella vita, eh?), che sono comunque andati giù e quasi tutti erano fradici.

Abbiamo avuto la distribuzione prevista di una montagna di spazzatura, un paio di bicchieri rovesciati con conseguente allagamento del pavimento, un sacco ma un sacco di risate, il necessario riorganizzare la mobilia, l'occasionale smantellamento di scaffali, i fumatori in balcone che non vedono la torta, gli ospiti che stanno fino a tardi, conversazioni ingarbugliate e senza senso, abbracci e io che me ne vado in giro tutta la sera con la tovaglia a penzolare dalla tasca.

Mi e' poi particolarmente piaciuto vedere quanto si sono impegnati tutti con questa storia del tema hawaiano, nonostante il tempo limitato per prepararsi, e si sono presentati con magliette e pantaloni a tema, collane di fiori, hanno pure portato birra hawaiana. Insomma, una grande serata.


Quindi….un successo?







No comments:

Post a Comment