Thursday, October 31, 2013

Kimono Dressing Experience


Me, a friend, a kimono, a Japanese style garden and a professional photographer. Make sure you mix the items in the right order (i.e. don't put a kimono on a photographer, or don't go out in the garden before wearing the kimono...) and you'll have the results of Kimono Project.

One fine -gorgeous- morning, I meet a girlfriend of mine at Koishikawa Korakuen for a special photo shooting, one of those where an experienced group of people takes care of you from begin to end.

We are welcomed in a room where all kimonos and their matching accessories are already set up, two nice girls start working on us with fabric layers, belts, wraps, knots, squeezes, until our kimonos are perfectly fitting. We can't breathe so freely (and we better don't even try and use the restrooms for the next couple of hours), but that doesn't matter.

Robing the girls done, we are ushered to the gardens, where a photographer takes over and walks us (slowly!) through the greenery, choosing this or that corner to take pictures of us. Pose after pose, step after step, we eventually are consigned to another lady, supposedly one of the organizers, who takes us again for another round of the garden (oh, did I say my friend was wearing high heels...) this time taking pictures with my camera and telling us a few things about the garden itself. And, we are even allowed to keep the kimono on and walk in the garden for as long as we wanted, ending up being quite a distraction for the oldies in the garden. It is not an everyday thing to see foreign women in kimono passing by at a garden...

For this event, one had to sign up and pay all handling fees. The cost was nothing compared to the overall experience, making our time and money resources well spent.

What surprised me was to notice that all participants but us were Japanese women. I'd think that they wear kimonos for several occasion during their lives, I don't understand why would they be interested in yet another event mainly aiming at attracting people from different cultures...maybe it is not like that anymore. Maybe there is no time, in modern society, for all that tradition.

***************

Io, un'amica, un kimono un giardino giapponese e un fotografo. Assicuratevi di mescolare bene nell'ordine giusto (tipo, non mettere il kimono al fotografo o non andare in giardino prima di aver indossato il kimono…) e il risultato e' Kimono Project.

Una bellissima -anzi fantastica- giornata mi vedo con una amica a Koishikawa Korakuen per un servizio fotografico speciale, uno di quelli dove c'e' un gruppo intero di persone che si occupa di te, dall'inizio alla fine.
Entriamo in una stanza dove i kimono e gli accessori combinati sono gia sistemati, e due abili ragazze incominciano a lavorare col coprirci di tessuti, fiocchi, nodi, strizzate fino a che i kimono stanno a pennello. Non riusciamo a respirare bene (e meglio anche non pensare a usare i bagni per le due ore successive), ma non ha importanza.

Vestizione delle fanciulle completata, veniamo scortate al giardino dove il fotografo ci porta per una passeggiata (piano eh!) nel verde, e sceglie questo o quello scorcio per le foto. Posa dopo posa, passo dopo passo, alla fine veniamo affidate a un'altra persona, forse una degli organizzatori, che ci porta di nuovo a passeggio per il giardino (ah, non ho accennato che la mia amica portava i tacchi alti…) e questa volta fa tante foto con la mia macchina e nel frattempo ci racconta qualche curiosità sul giardino. Addirittura dopo ci lascia tenere addosso i kimono per tutto il tempo che vogliamo e trattenerci quanto ci pare, con la gioa dei vecchietti che si trovavano nel parco. Del resto, non e' cosa di tutti i giorni vedere due straniere indossare un kimono in un giardino giapponese….

Per questo evento bisognava registrarsi e pagare l'ammissione. Il costo era niente paragonato all'esperienza totalizzante che abbiamo vissuto, facendo buon uso dei soldi e del tempo spesi.

Cio che mi ha sorpreso e' stato notare che solo io e la mia amica eravamo non giapponesi. Avrei pensato che, avendo tante occasioni nella loro vita per indossare un kimono, non si sarebbero certo fiondate a un evento che mira soprattutto ad attirare gente di cultura diversa….mah, forse non e' più così. Forse nella società moderna non c'e' più spazio per queste tradizioni.







No comments:

Post a Comment