Thursday, September 12, 2013

China Express


In transito a Pechino per abbastanza ore da potermi permettere il lusso di sedermi e osservare i passeggeri in giro per il terminal….quando non suono il mio ukulele.

Tanti italiani in questa città. Li sento parlare nel loro accento di Milano o di Roma, gente bene, con abbigliamento costoso che si nota subito che sono italiani. Vero, mi basta un colpo d'occhio prima che d'orecchio. Chissa come mai scelgono proprio Pechino…I sobborghi, visti dall'aereo, sono abbastanza brutti. Poi c'e' sempre quella sorta di strato grigio-giallognolo di afa/pulviscolo/smog/gas che non lascia vedere oltre 500 metri. Vabbe, gusti.

La prima volta: un vecchio cinese si e' piazzato davanti a me e mi ha palesemente fatto una foto! Sarei dovuta andargli dietro e dirgliene due. Anzi, quattro. Dapprima pensavo che stesse osservando qualcosa dietro di me che aveva catturato il suo interesse, quindi  mi giro ma vedo che non c'e' nulla….il tipo sta proprio guardando me, cavolo, stava proprio fotografando me! Con il sorrisino malefico in faccia!

Fatti già noti sui cinesi: non hanno modi gentili, non sanno proprio come si fa, non osservano molto chi gli sta intorno (a parte il vecchio maniaco, a quanto pare), sono troppo concentrati a parlare al telefono tutto il tempo o con i compagni di viaggio, una volta dentro l'aereo cominciano a gridare, si chiamano da un capo all'altro del vettore, sono confusionari. 

Avete presente il film con Alberto Sordi, la scena del viaggio verso l'Australia? Sull'aereo? Ecco, la stessa cosa ho visto accadere in aeroporto (e in aereo). Vero vero! Ognuno si porta la sua borsa con, non so, frutta, o i loro involtini vari, di carne, di verdure, qualsiasi cosa insomma, per poi lasciare il posto che sembra una discarica. Mi chiedevo in effetti, come mai hanno distributori di acqua potabile calda un po' ovunque….Ma e' ovvio! Per prepararsi la loro scodella di ramen istantaneo!!! Perché, diciamocelo, a mezzogiorno si mangia, a prescindere da dove si e', a prescindere dal fatto che presto si imbarcheranno in un volo che prevede 2 pasti a bordo….

Essendo abituata ai giapponesi, riconosco molte abitudini comuni a entrambi i popoli, ma i cinesi fanno tutto con molto più menefreghismo e spontaneità..sono proprio naturalmente così!

*********

In transit, in Beijing for enough hours to allow myself the luxury to sit down and watch passengers strolling in the terminal…when I am not playing ukulele.

Many Italians in this city. I hear them speaking their Milan or Rome accent, people of means, with expensive clothes that scream Italian. Yes, I just need to give an eye before giving an ear to figure them out. Who knows why they choose Beijing…..its suburbs, seen from the airplane, are quite ugly. Then there's always that sort of grey/yellow-ish/humidity/smog/dust/gas layer that is impenetrable already at 500m distance. Ah, well, preferences.

A first time: an old Chinese is standing in front of me and openly is taking a photo of me! I should have ran after him and have a word with him. Nah, make that two. At first I thought he was focusing on something behind me, so I turn to see what that was about but there's nothing….the dude is really aiming at me, damn! With a satisfied grin on his face!
known facts about the Chinese: they have no manners, they just don't know how, they don't pay attention to people around them (apart from the old pervert, apparently), they are too concentrated in talking on the phone all the time, or chatting with friends traveling, once they are in the airplane they just yell, they call each other from two opposite ends, they make just a mess.

There is an Italian old movie about a guy who flies to Australia to find a wife. There is this scene where, on the airplane, passengers take out breads, cheese, all sorts of home made foods and start eating…Well, same thing happened at the airport in Beijing and on the airplane. They carried bags with wraps, fruits, instant ramen, whatever and then they leave the place trashed. I actually was wondering why I saw machine dispensers for hot water all over the terminal…..Simple! It is to get their instant ramen! I mean, it's lunch time, they eat no matter where they are no matter whether the flight they are going to take is serving meals on board…

Being used to the Japanese I find a lot of common traits between the two people, but the Chinese do everything with total lack of care and with lot more spontaneity….they are just natural!!



No comments:

Post a Comment