Saturday, May 25, 2013

Remotely defending - Difesa in remoto


Per cinque anni (più o meno epsilon) Morana e' stata parte di noi. Ha iniziato un dottorato all'università di Stoccolma, ma fisicamente e' stata qui in Giappone per tutto il tempo. Ora, finalmente, e' il momento della discussione della tesi, a Stoccolma.

Visto che e' impensabile che tutti noi si vada ad assistere di persona, e visto che la sessione e' pubblica, e visto che vogliamo in qualche modo essere presenti anche noi, ci serviamo di vie remote e ci colleghiamo su skype. Benedetti siano la tecnologia e internet!

La situazione qui a Yokohama sembra una di quelle da serata film a casa: abbiamo pc connesso allo schermo gigante della sala riunioni, birre, arancini preparati il giorno prima solo ed esclusivamente per questa occasione (e perché il capo ne ha fatto espressa richiesta...come non accontentarlo!), una complice a Stoccolma che ci fa da operatore audio visivo, e.....tutto e' pronto per assistere ai giochi. Messo da parte il lavoro per il resto del pomeriggio, siamo tutti concentrati e seguiamo il lungo palleggiamento di domande e risposte. Sarebbe meglio dire che alcuni provano a seguire il palleggiamento di domande e risposte, mentre altri sfruttano solo l'occasione per saltare un pomeriggio lavorativo senza per questo essere richiamati, chiacchierare, smangiucchiare e sbevazzare, commentando sulla bontà di questo o quel sake....ma questo era prevedibile, chi si tirerebbe indietro davanti a una ghiotta occasione di totale nullafacenza? E va beh, era venerdì, dopo tutto….va bene così, per una volta.

Comunque sia, poco abbiamo potuto seguire dell'ora e oltre di domande da parte dell'opponente, ma siamo abbastanza convinti che la nostra amica abbia tenuto testa egregiamente.

Dopo 3 lunghe, lunghissime ore, tutto e' finito, il mondo della scienza ha un dottore in più, sorridente e , speriamo noi, soddisfatta. Congratulazioni.

**********

For five years (plus minus epsilon) Morana was part of us.She started a PhD at a university in Stockholm, but physically she was here in Japan all the time. Now, the time for the defense, in Stockholm, has finally come.
Since it is unthinkable that all of us would go to attend, and since the defense is open to the public, and since we somehow wanted to be present as well, we profited of the means of remote connections, and we did Skype with them. Be internet and technology blessed!

The situation here in Yokohama resamples a movie night at home: we connected the pc to the big screen in the meeting room, we have beers, arancini that I prepared the day before just for this occasion (and because boss asked for it…how can I say no), our accomplice in Stockholm who's the audio/video tech for us….everything's ready, we're game. Put aside work for the afternoon, we are all focused and follow the long Q&A session. I should say, for the sake of precision, that some tried to follow the Q&A part, while some used the occasion to skip a whole afternoon at work and chat, eat, drink and commenting on this or that sake's quality….this was all expected, who could actually say no to such a delicious chance? Ah, it was Friday after all, it can be OK for once.

Anyhow, we could follow little of the one hour and more of the defense, but we are confident that our friend managed remarkably.

After three long, very long hours, it's all over, the science world has a new PhD, a smiling and, we hope satisfied, one. Congratulations!


No comments:

Post a Comment