Monday, May 7, 2012

In Bruges


Dunque, da Bruxelles in solo un'ora in treno, si raggiunge Bruges, la città patrimonio dell'unesco e tesoro dei belgi, la città considerata tra le più romantiche al mondo, la città che e' anche chiamata Venezia del nord. La breve distanza dalla capitale e l'interesse turistico e personale mi spingono a fare un giro da quelle parti, preferendo Bruges alla più vicina e altrettanto medioevale Gand, altro gioiello nazionale.

Bisogna fare un bel pezzo di strada dalla stazione fino a raggiungere il centro, che come in tutte le cittadine medievali e' la piazza del mercato. E' facile arrivare in centro, piuttosto che uscirne, infatti quando si vuole raggiungere la piazza basta tenere a riferimento la torre campanaria, mentre quando si vuol tornare indietro, senza mappa si e' praticamente persi in un labirinto di stradine…meglio procurarsi una mappa o chiedere in giro…

Rispetto a Bruxelles, dove per cause soprattutto storiche e politiche, si trovano a convivere architetture e stili differenti, spesso in contrasto tra loro, il centro di Bruges conserva intatto ancora oggi lo stile che aveva in passato, le case sono tutte costruite in mattoni rossi, basse con le finestre che si affacciano sulla strada principale, i tetti a zigzag, i negozi di merletti e di cioccolata che attirano curiosi e appassionati eccetera.
Per accentuare ancora di più il carattere medioevale di Bruges, carrozze trainate da cavalli trasportano i turisti lungo le vie del centro. Molti lo troverebbero romantico, suppongo. Mi sono anche soffermata a pensare come gli abitanti vivano ogni giorno praticamente circondati da turisti….come ho fatto io, molti altri prima di me e molti ancora dopo di me fanno foto alle loro case, e immedesimandomi non credo che vivere in una specie di Disneyland sia l'ambizione primaria di ognuno…e' anche vero, d'altro canto, che il turismo apporta non poco benessere, al che il compromesso pare sia d'obbligo.

Ma la cosa che rende famosa Bruges più di altre e' l'acqua: due canali circondano infatti quello che e' il centro cittadino, apportando quel tocco di romanticismo in più che ricorda tanto Venezia e che ha contribuito forse a creare quest'aura di notorietà negli anni. In effetti, seppur in maniera diversa che Venezia, Bruges ha il suo fascino, soprattutto quando si decide di fare un giro in barca lungo il canale, e scorci interessanti ce ne sono non pochi, soprattutto perché invisibili dalla strada. Ho approfittato, o più che altro tentato la sorte, di qualche ora di sole (come ben si immagina piove spesso anche qui) e mi sono messa in barca, osservando la città da una prospettiva diversa. 

**************

From Brussels, in one hour train ride, I could get off at Bruges, a Unesco World Heritage site and a Belgian treasure, one of the most romantic cities in the world apparently, it is known also as Venice of north. Personal and touristic interest, and a relatively short distance from the capital, made me choose Bruges, although another famous city, Gand, was much closer but not that much advertised.

There is a long way from the station to reach the city center, which is the market square, like all medieval towns. But finding the way to the center is easier than finding the way out, because to go to the square one just needs to look for the belfry and follow it with the eye, while to go back to the station without a map gets you lost in the labyrinth of streets for sure, without a map.

Opposite than Brussels,where buildings in different styles can coexists, mainly due to political or bare historical matters, Bruges center keeps intact the style of the past till today, so houses are all made of red bricks, small and with windows on the main streets, the zig-zag shaped roofs, the lace and chocolate shops attracting curious and aficionados, and so on.

To make the medieval atmosphere more tangible, tourists can be showed around the beauties and sights from a horse drawn cart. Many would find it romantic, I know. I even thought what the inhabitants think about living everyday surrounded by visitors….I took photos of their houses, for example, so many before me did and many after me will do, and considering this I don't think I would like to live in a sort of disneyland….but on the other hand it is also true that tourism is essential an economy for such a place, so the compromise looks more like the case here.

What makes Bruges well known is the canals: two surround the city centre, bringing yet some more romanticism into the picture, that reminds of Venice and has contributed to raise the popularity of this place. Actually, although in a different way than Venice, Bruges is quite fascinating, especially if seen from a boat when it is possible to notice some hidden corners from the street views. I profited of a couple of hours of sun ( I have to say I have challenged my luck, since it rains a lot here too) and I had a boat tour myself, enjoying the view of the town from another point of observation.










2 comments:

  1. sembra una bella cittadina! Su alcune foto, le case sembrano fatte con i lego, incredibile!

    ReplyDelete
  2. Si si , dai, e' carina! sembrava davvero come vivere nel passato.

    ReplyDelete