Friday, December 30, 2011

Transit 2011-2012 (via Copacabana)


Eccoci di nuovo alla fine, eccoci di nuovo all'inizio….

Sta per incominciare un altro anno, ci riuniremo con amici o parenti, brinderemo, ci scambieremo tanti abbracci e ci riprometteremo mille volte di fare meglio questo e fare meglio quello, ci prodigheremo in buoni propositi….nelle 72 ore che si trovano tra la fine e l'inizio, siamo tra i più ottimisti, tra i più speranzosi, tra i più sognatori, e durante queste ore di intermezzo siamo determinati a lasciarci alle spalle tutto ciò che e' vecchio, tutto ciò che non va, siamo pronti ad accogliere l'anno che verra' convinti che manterremo le nostre promesse, saremo persone nuove, più belli, più forti, più dinamici, senza difetti, macchine programmate per il successo….dopo queste prime ore estatiche, pero', tutto si ripeterà più o meno come l'anno precedente e con l'entusiasmo che scema via via che l'anno avanza. Quante volte abbiamo detto che faremo più sport, per poi passare ogni minuto libero del nostro tempo a oziare? C'e' chi possiede una volontà di ferro, e riesce davvero a cambiare quello che non va. C'e' chi, come me, invece parla parla parla, ma poi…. 

I fatti salienti di quest'anno che sta per chiudere battenti sono stati pochi ma importanti: in Giappone viviamo una reazione a catena terremoto-tsunami-pericolo radiazioni-panico che non ha precedenti. Chissa' cosa si augurano tutte quelle persone tuttora senza un tetto o senza più famiglia, mentre noi speriamo, probabilmente, di guadagnare di più, o di trovare l'anima gemella, o di viaggiare tanto….
Poi, FINALMENTE sembra essere finita l'era B in Italia. Parlo di politica. Anche il mondo arabo ha vissuto le sue di rivoluzioni politiche, nel sangue e nella ribellione, ma una nuova era sembra pian piano farsi avanti.
Bin Laden e Geddhafi sono usciti di scena, idem, anche se per vecchiaia, se ne va pure il 'caro dittatore' coreano. Oddio, se 'caro' non saprei dirlo...
Due tra i più famosi rampolli reali si accasano, Alberto di Monaco e William d'Inghilterra, e qui la stampa mondiale non si e' certo risparmiata nel fare paragoni con reali passati, presenti e futuri. Queste ultime chicche erano solo per rilanciare un attimo il gossip, giusto per allentare i toni drammatici del post.

Il mio anno, ora. Soddisfacente,pure molto, seppure dispari. E sapete bene che io non sono amante dei numeri dispari…più che altro un anno pesante psicologicamente, un anno laborioso e faticoso...difatti, giusto per farvi fare qualche viaggetto nei meandri della mia mente, e' in un anno dispari, in un mese dispari, in un giorno dispari che si registra il terremoto più forte che la storia ricordi qui in Giappone…ora, giusto per par condicio, invece, parlando del mio compleanno…un giorno pari, in un mese pari, e compio un numero di anni pari….in effetti, devo dire che le cose hanno cominciato a farsi interessanti per me solo con l'arrivo dei trent'anni, l'evento che, personalmente, e' stato quello più importante di quest'anno. Ora semino qualche altra ideuzza, sperando che nel nuovo anno (pari), ne possa raccogliere i frutti.

Che altro aggiungere….sarebbe bello se potessi includere tra i miei buoni propositi azioni come sconfiggere la fame e la povertà nel mondo, sconfiggere l'AIDS, azzerare la brama di potere che acceca i governanti delle nazioni, vivere in un mondo ecologico e eco-sostenibile, risvegliare le coscienze.
Quest'anno, pero', niente buoni propositi, tanto so già che non riuscirò a mettere in pratica niente di quello che mi prefiggo in questi giorni di euforia, dovesse solo trattarsi di una cosa semplicissima come svegliarmi tutte le mattine alle 6. Si potrebbe invece sperare, semplicemente, di vivere la vita appieno, essere consapevoli di tutto ciò che ci sta attorno e muoverci nel mondo nel pieno rispetto di se stessi e degli altri, vivere (anche meglio se ai Caraibi).

Buon anno e buona fortuna. 

*************

Here we are, at the end again, and at the beginning again….

Another year is coming, we will get together with friends or family, we will drink, we will hug and we will promise thousands times to do better this and better that, we will indulge in resolutions….in the 72 hours in-between the end and the beginning, we are the most optimistic, the most hopeful, the most dreamer, and during these hours we are determined to leave anything old, bad, wrong behind, we are ready to welcome the new year convinced that we will keep our promises, we will be new persons, more attractive, stronger, with no defects, machines programmed to succeed…after these first ecstatic hours, though, everything will be repeated more or less like the previous year but with the enthusiasm going weaker by the time the year progresses. How many times have we stated we would do more sports, to end up spending our free time being lazy? Some have a strong will and they really manage to change what's wrong. Some, look me, say they want to do things, but then….

The main events in this outgoing year were few but very important: in Japan, we experience a chain-reaction earthquake-tsunami-radiation danger-panic unheard-of. Who knows what all those people without homes are wishing for, while we ask for, probably, higher pay, love, travels….
Then, FINALLY the B era in Italy seems to be over. I am talking about politics. Also the Arab countries had their own political revolutions, through blood and rebellion, but a new era is slowly starting.
Bin Laden and Gadhafi are out of scene, idem, although because of age, the korean 'dear dictator' passes away. Uhm, well, if 'dear' i can't say….
Two of the most famous royal descendants, Alberto in Monaco and William in England, get married, and here the press worldwide didn't spare the couples comparisons to past, present and future royal members. This one piece of news was just to feed the gossip a bit, just to get a touch of levity.

My year, now. Satisfying, very, although a odd year. And you know I don't like odd numbers….mostly, a year psychologically difficult, fatiguing and hard…in facts, just to lead you across the trains of thoughts in my mind, it is right in a odd year, in a odd month, in a odd day that we register the strongest quake in known history here in Japan…and now, just to be fair, let's take my birthday..a even day, in a even month, and celebrating a even number of birthdays….i have to actually say that things started to become interesting with the 30's, an event that was the most significant for me this year. I am now just seeding some ideas, hoping that in the next (even) year they will give fruits.

What else…..it would be nice if I could consider resolutions things like fight famine and poverty in the world, defeat AIDS, stop all the nations' governors to want power, live in a sustainable and green world, wake up people's consciousness.
But, this year, no resolutions, as I know I will never manage to do whatever I wish for, being it as simple as waking up every day at 6. One could, instead, wish to , simply, live life fully, being aware of everything is around us and move on with respect of oneself and the others, live (even better if in the Caribbean).

Happy new year and good luck.



2 comments:

  1. Buona fine e buon inizio!! :)
    Io ho fatto propositi per il prossimo decennio. Almeno avrò più tempo per realizzarli, senza dovermi far bastare solo 365 giorni :D
    Un proposito fisso per il 2012 però c'è: tornare in Giappone. Mi auguro davvero di riuscirci!
    Ciao! ^^

    ReplyDelete
  2. Allora se ti tratterrai a Tokyo fammi sapere...la citta' e' piccola...... :)
    Bell'idea questa dei propositi decennali, in effetti suona molto piu' realizzabile! Ci penso su anche io
    buon anno

    ReplyDelete