Monday, October 10, 2011

Zoo on demand -- Lo zoo a richiesta

I bambini che nascono e crescono nelle grandi città spesso non hanno la minima idea di cosa sia la campagna, la natura, non conoscono gli animali domestici. Possibilmente, se chiedete a un bambino qui a Tokyo se sa da dove vengano i polli, quasi certamente vi risponderà che li ha sempre visti al supermercato…..
Per far si che i bambini crescano e conoscano da dove e come arrivano il latte e la carne, a Tokyo basta andare allo zoo di Ueno, dove una sezione e' dedicata agli animali domestici e d'allevamento: polli, mucche, pecore sono li' in mezzo a tigri, elefanti e panda.
Una persona come me si metterebbe a ridere, eppure per molti bambini non c'e altro modo per conoscere questi animali.

L'altro giorno dal balcone di casa sentivo i bambini dell'asilo che schiamazzavano e gridavano. Non era per una delle solite giornate di recite, bensì era la giornata dello zoo a domicilio. Signori, il cortile dell'asilo era puntellato di recinti e dentro c'erano pecore, galline, conigli, tartarughe, papere e ogni sorta di bestia domestica! 
Per riprendere un famoso detto,e' il caso di dire: se il bambino non va in campagna, la campagna va dal bambino…
Mi e' sembrata un'iniziativa bellissima, addirittura c'era un pony su cui i bambini a turno potevano fare una passeggiata. Non voglio immaginare quanto lavoro per trasportare questi poveri animali da chissà quale fattoria fino in città, e spero che non abbiano sofferto troppo per lo spostamento, ma almeno per la gioia dei piccoli una giornata all'asilo si e' trasformata in una esperienza diretta.

***************

Children born and raised in the big cities have often no idea of what the countryside is, they don't know farm animals. Possibly, if you ask a kid here in Tokyo whether they know where the chickens come from,almost certainly they will say they've always seen them at the supermarket….
To make sure that children know where and how milk and meat come from, in Tokyo is enough to go to Ueno zoo, where a section of the park is dedicated to the farm life: chickens, cows, sheep, are together with tigers, elephants and panda bears.
Someone like me would laugh at it, and yet many kids have no other way to know such animals.

The other day I was hearing the children screaming from the kindergarten downstairs. It was not one of those days with shows and performances, rather it was the zoo on demand day. Guys, the kindergarden's open space was dotted with fences and inside you could see turtles, rabbits, chickens and other farm animals!
It's the case to say: if the kid doesn't go to the farm, the farm goes to the kid…
I found it a wonderful initiative, there even was a small horse the children could ride. I don't want to think of how much effort to move these animals from who knows what place to town, and I hope they didn't suffer too much for the transportation, but at least the children were happy to get a direct experience instead of spending yet another day at the kindergarden.







4 comments:

  1. Uno spreco in stile tutto giapponese, direi...bastava caricare i bimbetti su di un van e viaaaaaaaaa.....mah.....aldila' che l'idea e' carina, eh!

    A.

    ReplyDelete
  2. heheh, infatti, ma sai com'e'...qui non si bada a spese no? :)

    ReplyDelete
  3. Mia moglie, giapponese doc di importazione primaria, quindi prelevata alla fonte, non conosciuta in Italia, approverebbe.....

    A.

    ReplyDelete
  4. Secondo me, il motivo per cui non portano i bimbi allo zoo direttamente e' solo per questioni di responsabilita': sono bambini piccoli, se succede qualcosa a uno di loro, sai che casini....
    Pensa che anche per una semplice passeggiata, sono organizzati con carrelli, ci caricano i pargoli dentro, come in una gabbia, e via! Cosi non si preoccupano di bimbi scorrazzanti fuori controllo.
    Que tristeza, pero asi son las cosas...

    ReplyDelete