Sunday, August 7, 2011

Ukulele Picnic 2011 Japan

Primo evento del mese di agosto e' l' Ukulele Picnic 2011. L'evento e' alla sua 12-ma edizione, e il suo gemello alle Hawaii si celebra a febbraio. Si dice attiri circa 20000 spettatori ogni anno, e quest' anno in particolare si aspettano un afflusso di circa 30000 persone. In effetti il piazzale era pieno di gente, e i locali e negozi dentro akarenga confermano il trend. Ma molti stavano li solo per il piacere di calmare i bollori in ambienti con aria condizionata :)
Lo scenario magnifico di Aka Renga e il molo di Osanbashi e' perfetto per il festival, che prevede tra sabato e domenica gruppi che cantano e suonano l'ukulele, workshops, talks, hula dance, cibo e bevande tipiche, stands con abiti, accessori, souvenir e, naturalmente, ogni sorta di ukulele. 
Il caldo e' opprimente, le temperature sono tali che nei cinque minuti di passeggiata dalla stazione al piazzale dove si tiene la manifestazione, sono già in un bagno di sudore. Non so, a tal proposito, come facciano gli spettatori a resistere sotto il sole cocente del primo pomeriggio e come, ancora peggio, facciano quelli sul palco a sopravvivere…non li invidio proprio! Per fortuna gli alberi sotto la cui ombra ci si può sdraiare un attimo non mancano, seppur da li non si può assistere agli eventi, ma in nome di un po' di fresco, si può benissimo rinunciare alla festa per mezz'ora.

Dunque, niente di diverso rispetto ai vari festival etnici che da maggio a settembre colorano la grigia Tokyo, soliti stands, solito cibo….ma poi, dico, mi spiegate come si fa a mangiare un piatto di riso, hamburger, formaggio e salsa piccante????Ad agosto???Mah, mistero! Non suscitano particolare interesse neanche i vari capi di abbigliamento e accessori, visto che in Giappone c'e' sempre stata questa passione smodata per tutto ciò' che richiama le Hawaii, e infatti quasi ovunque, e in pianta stabile, e' possibile entrare in un negozio che vende roba hawaiana. A volte i giappi sono proprio sorprendenti nelle loro manie…. 

Bello pero' camminare tra i banchi di ukulele in vendita, di ogni materiale, forma e colore, bello vedere gente provare gli strumenti, bello sentirne il suono, sembra di stare proprio in vacanza, circondati da palme e fiori tropicali profumatissimi…
Per l'occasione ' stato creato anche un finto resort, proprio al centro del piazzale di Aka Renga, chiamato fantasticamente "Red Brick Resort" con tanto di ombrelloni con foglie secche di palma, panche in legno, passerelle sull'acqua. Niente male come idea, soprattutto se servono freschissimi cocktail alcolici e analcolici a base di frutta tropicale al bar del resort, il Beach Bar 100, dove si possono anche trovare amabili cameriere in pareo floreali.  
Sul palco gruppi di grandi e piccoli, coloratissimi nei loro costumi con motivi che richiamano la natura dei paesi tropicali, provenienti da ogni parte del Giappone e felicissimi di intrattenere gli spettatori con cover di musiche giapponesi e non, adattate per l'ukulele. 

Speravo, a dire il vero, in uno show di hula, giusto per vedere i costumi!!! Forse sono andata all'ora sbagliata o nel giorno sbagliato, non mi sono scomodata più di tanto a leggere il programma per il fine settimana….di certo so che famose personalità del mondo della musica e della danza hawaiana sarebbero stati ospiti della fiera e si sarebbero esibiti….magari qualcuno tra voi interessato sarà più fortunato!

***************

The first event of August is the Ukulele Picnic 2011. The event is at its 12th edition and its twin one is celebrated at Hawaii on February. They say they feature 20000 visitors every year and specifically this year they expect something like 30000 people. Actually, the open area was very full of people, and the shops and restaurants inside Aka Renga might confirm the expectations.  But, many of them just stayed inside for the sake of cooling down in an air conditioned space :)
The magnificent scenario of Aka Renga and Osanbahi pier is perfect for the festival, which features, over the weekend, groups singing and playing ukulele, workshops, talks, hula dance, typical drinks and food, stands with clothes, accessories, souvenirs, and, surely, any sort of ukulele.
The heat is a killer, the temperatures are so that in the five minutes walk from the station to the area where the events are held, I a in a pool of sweat already! I don't know, about it, how people can survive under that scorching early afternoon sun, and, even worse, how can the ones on stage survive….I don't really envy them! Fortunately there's plenty of trees under which shadow one can rest for a while, although from there is impossible to see the shows. But for the sake of some fresh air, we can well skip half an hour of the event.

Anyway, nothing so much different than the various ethnic festivals that from may to september color the grey Tokyo, usual stands, usual food…..oh, and, can someone please explain to me how one can eat a meal made of rice, hamburger, cheese and spicy sauce???In August??Ah, mystery! Not interesting even the clothes and accessories, that's because in Japan they have always had a passion for everything recalling Hawaii, and in facts, almost everywhere, and anytime,  you can find a hawaiian shop. Sometimes the Japanese are surprising in their manics…
But it's quite nice to walk through the many stands selling ukulele made of any material, any shape, any color, it's nice to see people trying them, hear their sound and believe one is really on vacation surrounded by palm trees and scented tropical flowers…
For the occasion, a fake resort has been build up, right in the middle of the open area in Aka Renga, called "Red Brick Resort" with umbrellas made of dry palm leaves, wooden benches, walkways on waters. Not a bad idea, especially when they serve fresh tropical fruits cocktails at the resort's bar, and you can also have a glimpse of staff girls wrapped in flowery pareo. 

On stage, groups of grown ups and kids, very colorful in their patterned costumes recalling the tropics nature, coming from every corner of Japan and super happy to entertain people with covers of Japanese and non Japanese music adapted for ukulele.

I was actually hoping to catch a hula show, just to be able to see the costumes!! I might have gone the wrong time or the wrong day, I really didn't bother to read the weekend events schedule..I know for sure that famous personalities from the music and hula dance worlds would be special guests at the event, and they would have performed…ah well, some of you interested might be luckier!








No comments:

Post a Comment