Monday, January 3, 2011

Mi sento fortunato -- I feel lucky

Spesso, quando ci si sente depresse, si opta per la terapia dello shopping: acquisti, acquisti, acquisti, senza pensarci più di tanto. E spesso ci si ritrova a casa con una montagna di cose inutili, vestiti che non si indosseranno mai, e cose del genere.....Quante volte vi sarà capitato? sicuramente spessissimo.
Fare acquisti è terapeutico, molti dicono. E lo è. Però non è detto che più si compra, più si spende e più si diventa felici....il rapporto non è direttamente proporzionale, come ben sappiamo.

Ma nei primissimi giorni dell'anno, in Giappone, è possibile combinare utile e dilettevole, è possibile spendere anche cifre basse per avere tanto acquistando le cosiddette 'buste della fortuna': i rivenditori mettono in una bustona più o meno grande le rimanenze invendute di vari oggetti,accessori, trucchi, capi d'abbigliamento della stagione e i prezzi sono davvero competitivi.

La mia busta della fortuna preferita è sicuramente quella con i trucchi. Con soli 2000yen (quasi 20euro) acquisto una busta revlon o rimmel, con dentro un sacco di roba che, sigolarmente costa tra 1500 e 2500yen!!!Un chiaro esempio di uso razionale del denaro, con un alto fattore di soddisfazione personale.

E mi è venuta una splendida idea: ritornando al discorso del non buttare le cose che non si usano più ma cha sono ancora in ottimo stato, ho deciso che metterò tutto in un paio di buste, le sigillo, metto una bella etichetta con sù scritto "prendimi" e spero che qualcuno si senta abbastanza fortunato da scegliere quella giusta! Sinora ho sempre semplicemente messo a disposizione i libri che ho finito di leggere, ma in effetti perchè non farlo anche con altro?

****************************

When we feel depressed, we often go for shopping therapy: shopping, shopping, shopping, without thinking too much about it. And we often go back home with a mountain of useless stuff, clothes we will never wear and so on...How many times had it happened? Surely, many times? Shopping is therapeutical, they say.
Yes, it is. But: the more one buys, the more one spends, the higher the gain in happiness?Nope, the relation is not directly proportional, as we all well know.

In the first days of the year, though, in Japan it is possible o combine enjoyment and usefulness, it is possible to spend little to get a lot by buying the so called 'lucky bags': sellers dump into a more or less big bag the remainigs of the season's unsold stuff, make up, clothes, accessories. And prices are really really comeptitive.

My favorite lucky bag is the one with make up. With just 2000 yen (about 20 bucks) I get a revlon or a rimmel bag with lots of great stuff in it, which normally would costs between 1500yen and 2500yen per item!!!This is a clear example of a rational use of money, with a high personal satisfaction impact factor.

Then I had an idea: going back to the story of not throwing away things that we don't use anymore but are still in a good condition, I decided that I'll put all of them in a few bags, I seal them, I put a nice "take freely" label and I hope someone will fel lucky enough to get a good one! So far I have given for free all the books I have read, but, actually, why not doing it for other stuff as well?

my lucky bags
le mie buste della fortuna

2 comments:

  1. mmm mi piace, e credo che farò anche le buste "lasciami perdere" ;)
    P

    PS Buon Anno!

    ReplyDelete
  2. Hahaha, lasciami perdere!!Grande!
    Grazie e buon 2011!!!!I miei migliori auguri :)

    ReplyDelete