Friday, August 13, 2010

Hinodemachi 日出町

Un sabato di luglio andiamo a Hinodemachi, un piccolo paese rurale a nord ovest di Tokyo per un giro storico-culturale (si, lo so, sono un pò in ritardo...).


Questa cittadina è famosa grazie al primo ministro giapponese Nakasone, che ha servito la nazione tra il 1982 e il 1987 e ha costruito qui il suo cottage, oggi un museo che testimonia la grande amicizia che lo legò con il presidente USA Ronald Reagan (che li ha anche visitato in questo posto) e anche i vari incontri con i vari primi ministri del tempo di Asia, del pacifico, dell'America, dell'Europa...

Dunque, a parte il grosso impatto che quest'uomo ebbe ai suoi tempi nella scena politica mondiale, non siamo andati a Hinodemachi solo per sapere di un periodo significativo della storia giapponese. Difatti la gita era solo una scusa per scappare dal caos e dall'inquinamento di Tokyo e andare verso una zona di foreste, montagne, pace, edifici in legno.

In collaborazione con una organizzazione no-profit, una mia amica ha organizzato la gita così da permettere agli stranieri di godere delle bellezze della natura giapponese.

Noi, giovani stranieri partecipanti all'evento, pensavamo che fosse stato organizzato solo per noi. Niente di più lontano dal vero. L'evento era organizzato da anziani pensionati giappi per anziani pensionati giappi, con il beneficio di qualche presenza straniera giusto per mostrare gli sforzi messi a promuovere il turisno in quell'area. cioè, si, siamo serviti da test...uhm...

Non considerando la totale mancanza di organizzazione per gli stranieri (tipo, niente inglese, ma niente proprio), il tour è stato segnato da tabelle di marcia, orari, pause pianificate, attività cronometrate....alla fine, non è il Giappone la terra delle regole?
Nonostante la compagnia avanti con gli anni, però, ci siamo divertiti...

Non appena siamo arrivati siamo saliti su un pulmino che ci ha portati nella foresta, una bellissima foresta zeppa di pini che copriva tutte le montagne intorno a noi, e lì ci insegnano come raccogliere le foglie che useremo più tardi per preparare la tempura. No, no, non era un tentativo di abbanconarci nel bosco. Alcuni di noi hanno persino trovato radici di wasabi e involucri di insetti vuoti (urgh).

Fatto questo, essendo in ritardo sulla tabella di marcia, andiamo rapidamente a visitare il cottage del primo ministro: era enorme, bellissimo, con una piscina, tanta terra attorno, una vista superba delle montagne, e tante stanze. Prima, per poter visitare la casa, ci dividiamo in due gruppi. Mentre il primo gruppo va, noi altri veniamo invitati a sederci al tavolo di legno a cui anche il primo ministro e il presidente americano avevano preso il the e cenato (fatto documentato da una gigantografia in bella mostra nella stanza), e ci viene offerto the verde con un dolcino...Grandioso!

Infine, arriva il tempo di preparare la nostra tempura con le foglie (e fiori) che avevamo raccolto la mattina e poi mangiamo un piatto favoloso: riso ai funghi cucinato DENTRO un pezzo di bambù... il legno era carbonizzato dal fuoco, ma il riso all'interno era ben cotto e squisito.

Terminiamo la gioranta andandoci a immergere in una onsen, con una vasca anche all'aperto, cirocondati solo da alti alberi.
******************************

One Saturday of July we're off to Hinodemachi, a small rural town North-West of Tokyo for a cultural/historical trip. (Yep, posted with some delay...)

This town is famous thanks to the Japanese Prime Minister Nakasone, who served the country from 1982 to 1987 built here his own cottage, now a museum proving the great relatioship he had with USA president Ronald Reagan (who visited him in this very same residence) and also the many meeting with all prime ministers of his time, throughout Asia, the Pacific, Europe,America...

Anyways, besides the great impact this man had in his times on the world political scene, we didn't go to Hinodemachi only for knowing about a significant period of Japanese history. In facts, the trip was a way to escape from Tokyo chaos and pollution to an area of forests, quiet, mountains, wooden buildings.

In collaboration with a no-profit organization, a friend of mine arranged the tour so that it could allow foreigners to enjoy the beauty of Japanese nature. We, young foreigners participating to the event, thought that the event was solely and merely arranged for us. Nothing farer than truth. The event was arranged by old retired Japanese guys for old retired Japanese people, with the benefit of some foreign presence, just to show the effort they put into promoting tourism in that region. So, yeah, we served as a test.....uhm....

Not to mention the lack of foreigners-friendly organization (like no English what-so-ever), the tour was ruled by schedules, time tables, planning of breaks and timing of all activities....in the end, isn't Japan the country of rules?
But we had a good time, no matter the aged company.....

As soon as we arrived we hopped on a minibus and headed to the forest, a beautiful, thick pine tree forest covering all the mountains around the town,and there we were instructed on how to pick the leaves we would use later to make tempura. Nope,it wasn't a trick to get us lost in the woods. Some of us also found wasabi (Japanese spicy radish) roots and bugs empty shells (urgh!).

This one done, running late on the schedule, we quickly move on to visit the prime minister's cottage: it was huge, beautiful, with a swimming pool, a lot of land around, a superb view of the mountains, and with a lot of rooms. First, to be able to visit the house, we split in two groups, and while the first group went in, the second group were invited to sit at the very same round wooden table where the prime miister and the US president had tea and dinner (documented by poster-size photographs exposed in the room), and were offered Japanese green tea with a sweet....It was great!

Then, finally was time to go and prepare our own tempura with the leaves (and flowers) we picked earlier in the morning and then we ate a delicious meal: rice with mushrooms cooked INSIDE a piece of bamboo, put on a fire...the bamboo was burned by the flames on the outside, but the rice inside was well cooked and yummy.

We finish the day soaking in a fantastic onsen, with a pool outside, surrounded only by tall trees.

No comments:

Post a Comment