Sunday, May 16, 2010

(Re)Discovery Tokyo

Fino alla settimana scorsa faceva ancora freddo e pieveva 7 giorni su 7....la zona nord di Tokyo è addirittura stata imbiancata da una inusuale nevicata a metà aprile. Quasi ad ammazzare i fiori di ciliegio sul nascere...quasi. Ero abbastanza preoccupata per l'arrivo di mia mamma in Giappone, visto che è la prima volta che viene a trovarmi da quando vivo qui, e mi ero ormai preparata a fronteggiare 10 giorni di freddo e pioggia, stavo già pensando a quali alternative potessimo avere in caso di maltempo.

Ma invece, proprio dal giorno prima del suo arrivo, finalmente la primavera esplode e le temperature schizzano di circa dieci gradi in più, il cielo si mantiene sereno e , purtroppo, TUTTI i giapponesi ne approfittano per viaggiare e inondare i siti turistici...tant'è che quando eravamo strizzati dentro il treno come le sardine in scatola ho per un attimo desiderato la pioggia dei giorni precedenti...
La prima settimana di maggio in Giappone è nota come Golden Week, ed è il periodo di vacanze più lungo per i giapponesi, che pianificano questi giorni sin dall'anno precedente. Al che, essendo in ferie anche io, approfitto per riscoprire la mia città e per esplorarla insieme a mia madre.

Avevo quasi dimenticato di come sia bello ritrovarsi in un giorno caldo all'interno di Hasedera, uno dei templi più belli visti e rivisti sinora, o al parco di Yoyogi nelle ore più calde della giornata a smangiucchiare onigiri seduti all'ombra di un albero, oservare gruppi di ragazzi, giovani, meno giovani, famiglie divertirsi e godere del giorno di festa. Mi sono dimenticata che, ogni volta che visito Meiji-jingu, becco sempre una coppia di sposi in abiti tradizionali. Non ho fatto caso a come gesti semplici come una passeggiata in mezzo al verde facciano sentire meglio.

Assieme a posti ormai collaudati, ho inserito tappe nuove nel mio tour-guida, come ad esempio i giardini Sankeien di Yokohama, la passeggiata lungo il ponte di Tokyo, conosciuto come rainbow bridge, per ben 1,5 Km, una rapida passeggiata dentro la palette town, area di intrattenimenti piena di outlet e parchi tematici,la vistita all'osservatorio più alto del Giappone.

Molti, moltissimi sono gli angoli di quest'immensa megalopoli che sono sconosciuti, anche ai locali a volte, eppure spesso anche rivedere un posto dove si è già stati è come andarci per la prima volta.
E trascorsi ormai i giorni festivi della GW, quando tutti gli altri rientrano al lavoro, io e mamma possiamo veramente goderci tutto con maggiore calma e rilassatezza, senza folle, senza spintoni, senza code, senza attese snervanti.
La vacanza è giunta al termine, non è stato un gioco da ragazzi, ma ci siamo pur sempre divertiti.



Till last week it was still cold and rainy, 24/7...the north area of Tokyo was even hit by an unusual snowfall in mid April. Almost killed the cherry flowers about to bloom...almost. I was enough worried about my mum's arrival in Japan, since it's the first time she's visiting since I live here, and I was ready to face 10 days of rain, I was already thinking to some alternatives in case of bad weather.


Then, right the day before her arrival, spring finally explodes and the temperatures jump some 10 degrees higher, the sky becomes clear and, unfortunately, ALL the Japanese travel and invade all the touristic sites....that much that when we were squeezed into a train like canned sardines, I wished for a second it could rain again...
The first week in Japan is known as Golden Week, and it is the longest vacation for the Japanese, who plan these days beginning from early the previous year. So, being on vacation myself too, I use the days-off to rediscover my town and explore it together with my mum.

I had forgotten how nice is to be in Hasedera, one of the nicest temples I've seen so far, in a hot day; how nice is to be in Yoyogi park chewing rice onigiri under a tree and watching groups of youngsters or families enjoying the vacation. I had forgotten that, any time I visit Meiji-jingu, I always see a fresh married couple in their traditional dresses. I don't realize how simple things like a walk in a park make feel better.
Together with well known places, I put new stops in my guided tour for mum, like for example Sankeien gardens in Yokohama, the walk on Tokyo's rainbow bridge, for 1.5KM, a walk in the palette town -an entertainment area full of outlets and theme parks, a visit to the highest observatory in Japan.


Many,too many are the corners unknown in this huge metropolis, even to the locals some times, and yet even seeing a place I have already visited is like being there for the first time.
And after the GW days, when everybody else is back at work, me and my mum can really enjoy all in calm and relax, without crowds, pushy people, queues, unnerving waits.
The vacation was over at one point, it was tough, but we had fun.

No comments:

Post a Comment