Thursday, October 15, 2009

Spiritual Nara 奈良

Nara è raggiungibile da Kyoto in meno di un'ora e visitabile in una sola giornata. Io, Ulla e Michela non potevamo non includerla tra i siti d'obbligo.
Il tempio più importante a Nara è Todaiji, dove al suo interno si trova l'attrazione del luogo: una statua di buddha di 18 metri che supera il ben noto buddha di Kamakura che raggiunge soltanto 13 metri....
Il tempio è immerso in un parco bellissimo dove circa un migliaio di cervi si aggirano felici sperando in qualche visitatore generoso che gli dia cibo (o mappe) da rosicchiare.

Appena arrivati a Nara noleggiamo le bici, cosi da essere rapide negli spostamenti e non essere finalmente dipendenti dai mezzi di trasporto pubblici. Seppure c'è da dire che Nara e le sue attrazioni sono perfettamente navigabili anche a piedi. Ma con la bici c'è più gusto. Dalla stazione all'ingresso del parco è una strada dritta e pavimentata costellata di ristoranti e negozi di souvenir. All'inizio del parco sorge il tempio di kofukuji, altra bellezza da non perdere conle sue due pagode, i padiglioni esagonali e i gazebo di glicine. Altra bellezza della città, sulla via verso il tempio, è un piccolo laghetto, dove tartarughe e aironi convivono pacificamente, che alla sera è illuminato da tante lanterne posizionate intorno. I cervi di Nara non sono mansueti come quelli di Miyajima, ma neanche sono cattivi. Semplicemente, si fanno avvicinare e accarezzare solo se gli si promette del cibo. -Chiamali fessi!-



Todaiji ha un maestoso ingresso e un cancello principale impressionante, ma il tempio in se è davvero davvero grande. E bisogna sapere che il tempio visibile oggi è solo un terzo delle dimensioni del tempio originale che è andato perduto per via di incendi vari. Al centro della facciata principale, sopra il portone d'ingresso, c'è una finestra da cui, quando aperta, si riesce a vedere la faccia del gigantesco buddha. Accanto ad esso, ai due lati della statua altri due buddha più piccoli ma molto ricchi di dettagli e finiture.

Curiosità di Todaiji: in uno dei pilastri portanti del tempio, dietro la statua, vi è un buco che attraversa la colonna da parte a parte. Si dice che solo persone speciali riescono ad attraversarlo (tipo, bambini e adulti non sovrappeso?), ma non ho ben capito che caratteristiche abbiano o debbano avere queste persone speciali. Fatto sta, la coda (si, anche qui ci si mette pazientemente in fila) per provare le proprie doti è lunga.

La giornata a Nara è perfetta per ricaricare le batterie, per fuggire dalla città, per immergersi nel silenzio e per dedicarsi un attimino a riscoprire la natura.
Tuttavia, pur avendo il desiderio di rimanere almeno fino al tramonto, dobbiamo ahimè ritornare verso Kyoto perchè sulla via ci aspetta una visita notturna davvero davvero speciale...magari presto lo scopriremo insieme.

**************************************

Nara is reachable from Kyoto in less than one hour and is possible to visit it on one day. Me, Ulla and Michela couldn't not include it in our must-sees.
The most important temple in Nara is Todaiji, the attraction bein here inside: a 18mt statue of buddha, even bigger than the one in Kamakura which is only 13 mt...
The temple is inside a beautiful park where some 1000 deers are happily around hoping for some generous visitor to feed them (maps or food).

As soon as we got to Nara, we rented the bycicles, to be free and indpendent from the public transportation. Even though, I have to say, Nara and its attractions are easy to navigate on foot. But with bycicles is more fun. From the station to where the park begins, the paved road is straight and full of restaurants and shops on both sides. Before the entrance to the park is kofukuji temple, another beauty not to miss, which we save for later, with two pagodas, exagon shaped pavillons and wisterias. Another beauty in Nara is a pond, on the way to the Todaiji and on the opposite side of kofukuji, where heronsa and turtles live peacefully. The pond is lighted in the evening by a ring of lanterns dangling around it. The deers in Nara aren't as good as the Miajima ones, but aren't bad either. Simply, they allow people to approach only for feeding -- call them stupid!!!

Todaiji ahs a magnificent main gate, but the main hall is really really huge. And the thing to know is that the building of today is only one third of the side of the original temple that has gone lost because of several fires. In the centre of the facade, above the main doors, there's a window from where, when open, the face of the buddha can be seen from far. At both sides of the buddha statue there are two more statues of buddha, smaller but richer in details.

Curiosity in Todaiji: in one of the main pillars, behind the statue, there's a hole. It is said that only special some ones can pass through it (like, children and non-obese grown-ups?) but I didn't clearly understand what characteristics have or should have these special someones. Facts are, the queue (yes, here people stand inline, too) to challenge theirselves is long.

The day spent in Nara is perfect to recharge the batteries, to run away from the city, to enjoy silence and to rediscover nature.
The desire to stay till sunset is strong, and yet we have to leave and go back to Kyoto because we have a very special night visit on the way back...we will might discover it together later.

No comments:

Post a Comment