Monday, October 19, 2009

Diwali

Diwali o Dipawali (dal sanscrito: fila di lampade) è un significativo festival per le religioni induista, sikh, jainista e buddhista ed è una festa ufficiale in India.
Gli aderenti a queste religioni celebrano il Diwali come Festa delle luci. Accendono diya - candele a olio - il cui sognificato è quello della vittoria del bene contro il male nell'individuo.
In induismo, in varie parti dell'India e del Nepal, la festa simboleggia il ritorno di Rama dopo 14 anni di esilio nella foresta e la sua vittoria contro Ravana. Secondo la leggenda, gli abitanti del regno accolgono Rama accendendo file (avali) di lampade (dipa), e da qui il nome dipawali. nel sud dell'India segna la vittoria di Krishna su Narakasura.
Il festival celebra praticamente la vittoria del bene contro il male, della luce contro le tenebre e della conoscenza contro l'ignoranza, e le varie leggende sul festival cambiano a seconda delle regioni. Simboleggia anche una sorta di anno nuovo, e la gente in quest'occasione indossa vestiti nuovi, investe in borsa, inizia nuovi lavori, il mercato esplode per via della circolazione di tanto denaro e l'economia migliora.

Questo, in grandi linee, ciò che io e altri amici indiani e giapponesi abbiamo festeggiato sabato 17.Invitata da sylvia, abbiamo passato la serata coi racconti di Maha riguardo alle origini e al significato della festa,mangiando cibo indiano circondati da dozzine di candele accese.
Eravamo tutti vestiti con abiti indiani, e abbiamo iniziato la cena coi dolci, come è da tradizone fare.

*******************************

Diwali or Dipavali (Sanskrit: a row of lamps) is a significant festival in Hinduism, Buddhism, Sikhism, and Jainism, and an official holiday in India.
Adherents of these religions celebrate Diwali as the Festival of Lights. They light diyas —cotton string wicks inserted in small clay pots filled with oil— to signify victory of good over the evil within an individual.
In Hinduism, across many parts of India and Nepal, it is the homecoming of Rama after a 14-year exile in the forest and his victory over Ravana. In the legend, the people of Ayodhya (the capital of his kingdom) welcomed Rama by lighting rows (avali) of lamps (dipa), thus its name: dipawali. In South India, it marks the victory of Krishna over Narakasura.
The festival celebrates the victory of good over evil, light over darkness, and knowledge over ignorance, although the actual legends that go with the festival are different in different parts of India. It also symbolizes a sort of new year's, and so people wear new clothes, start new businesses, and the market gets a boost because of all this money circulation and economy increases.

These are basically the headlines of what me and other Indian and Japanese folks celebrated on Saturday 17. Invited by Sylvia, we all spent the evening being told by Maha about the festival and its origins and its meaning, while eating Indian food and surrounded by some dozens of lit candles.
We all dressed in Indian style clothes, started the dinner with the sweets, like it is custom to do.


No comments:

Post a Comment