Wednesday, June 3, 2009

Lifestyle-- Point Cards ポイント カード

La mania di collezionismo che contraddistingue i giapponesi ha pochi eguali nel mondo. In questa nuova puntata di Lifestyle non si parla proprio di collezionismo, ma di una sua fattispecie: è tempo di parlare di ポイント カード (pointo caado), o carte punti. Di per sè le card non rappresentano un vero e proprio oggetto da collezione, ma il fatto che si possano in qualche modo accumulare punti, il fatto che poi questi punti possano tramutarsi in sconti o regali, spinge i giappi a fare incetta di point cards e guadagnarsi un giorno la meritata ricompensa.


Esistono ポイント カード in un numero non quantificabile, per ogni cosa, ogni negozio, ogni esercizio commerciale. Partiamo dai grossi centri commerciali: anche noi in posti come Media world o carrefour abbiamo una fantastica e lucente carta giusto? E così è anche in Giappone, ogni grosso negozio che si rispetti fornisce la propria carta servizi dove si acumulano punti in base alla spesa effettuata. Tra quelle più utili e vantaggiose qui sono le carte dei negozi di elettronica, quali i colossi Yodobashi e Biccamera: ogni tot di spesa corrisponde a dei punti che possono essere già usati con l'acquisto successivo o possono essere accumulati in vista di una spesa grossa. Infatti con tali punti si riesce a ottenere un grossissimo ribasso sul prezzo della roba acquistata, e più costa ciò che si compra, più punti si hanno a disposizione per l'acquisto successivo. Immaginate che se si acquista un pc, coi punti guadagnati si riesce a comprarci gli accessori, ad esempio le casse, o il set skype, o vari adattatori e prese multiple, cavi, eccetera.

Altre ポイント カード invece sono insulse. Uno sconto del 5% dopo migliaia di acquisti sono il massimo della stravaganza. In ogni caso, ogni volta che nel posto più impensabile arriva il domandone "ha la tessera punti?", per poco non svengo. Veramente ogni singolo esercizio ha la propria carta. Parrucchieri, karaoke bar (che magari una sua utilità ce l'ha), supermercati, gastronomie, consegna di pizze a domicilio, il venditore di tacoyaki (palline di polipo grigliate) nel piano ristoranti del centro commerciale a Kawasaki, il negozio di magliette design store, i negozi di animali, negozi di cd e dvd, librerie, profumerie, panetterie, ristoranti, negozi di hellokitty, e molte altre.

Altro optional prevede che la carta per i punti è anche una carta di credito. Ebbene si cari miei, il tal dei tali esercizio commerciale fa da prestanome e da pubblicità alle compagnie quali visa e mastercard che rilasciano carte di credito associate alle carte pounti e al conto dell'utente, seppure l'uso della carta di credito qui in Giappone non è esteso come lo è nei paesi a tradizione occidentale. Ma in effetti, per il giappo medio-borghese la pointo caado che fa tutto, persino il sushi, sarebbe il fine ultimo della ricerca del benessere.

Un'altra cosa spettacolare, che proprio al mondo delle ポイント カード non appartiene assai ma si avvicina parecchio alla filosofia che ci sta dietro, è il coupon (クーポ-ン , cuupon). Solitamente viene rilasciato ai ristoranti come mezzo per ottenere uno sconto alla volta successiva che si va a cena allo stesso posto. Ma anche, quando si prenota è possibile stampare direttamente dal sito internet del ristorante il coupon che regala degli sconti non indifferenti sul prezzo finale. Il cuupon è cugino della pointo caado e assieme rappresentano un modo efficace per risparmiare qualcosina. La sfida alla collezione delle più strane pointo caado tra non giapponesi è un'usanza comune e divertente e stimola l'individuo a spingersi oltre i propri limiti alla ricerca dell'estremo della stramberia. La soddisfazione di mostrare agli amici una sera a cena la più incredibile tra le pointo caado non ha prezzo.
***********************

Japanese are manic for collections like no others in the world. In this new episode of Lifestyle I don't really mean collectionism but a somehow subcategory: it's time to mention the ポイント カード (pointo caado), or point cards. Cards itself aren't for being collected, they're rather a way to get points, which are translated into discounts or gifts, so the Japanese collect cards like crazy to earn the prize.

There are a non quantifiable number of ポイント カード, for every thing, every shop, every commercial activity. Let's start from the big department stores: we, too, have fantastic cards at home right? And so here in Japan; every respectful shop provides a point card to put points in at each payment. The most useful are by far the cards from the big electronics stores Yodobashi and Biccamera: every sum corresponds to some points that can be used the next purchase already or can be stored for a bigger purchase later. These points indeed can give a strong discount on the items. And the more expensive the stuff, the more points are gained. imagine that by buying a laptop, with all the points received one can buy a lot of accessories like loudspeakers, skype set, adaptors, switches, multiple plugs, cables and so on.

Some ポイント カード are, instead, dull. A bare 5% discount only after thousands of purchases are the hottest extravagance. But in any case, every time I am in the most unthinkable place and I am asked "do you have the point card?", I faint. Really, every single shop has its own card. Hairdressers, karaoke (it's of some use actually), supermarkets, food stores, pizza delivery, takoyaki (grilled octopus balls) stands inside the mall in Kawasaki, the design tshirt store, pet shops, dvd and cd shops, bookstores, beauty shops, bakeries, restaurants, hellokitty shops, and many more.

Another option is the point/credit card. Yes, dearests, the whatever shop lends its name and advertises the visa and mastercard companies, and the companies give a credit card, associated to the point card, accessing the user's bank account. Even though the credit card in Japan is not as widely used as in the outer countries. In facts, to the middle-class Japanese one, the pointo caado that does everything, makes even sushi, would be the ultimate goal in the search of wellness.

Another sectacular thing, not really related to the world of ポイント カード, but is enough close to the phylosophy behind it, is the coupon (クーポ-ン , cuupon). Usually it is given at the restaurants, and it is used to get a discount the next time. But also, the coupon can be printed from the restaurant's website directly and strong discounts on the price of the final bill are applied. The cuupon is cousin of the pointo caado, and together are an effective way to spare some money. The challenge to collecting the weirdest pointo caado among the non Japanese is a common and fun habit, and stimulates the individual to push himself to go beyond his own limits to search the extreme weirdness. The satisfaction to show your friends the most incredible among the pointo caad is priceless.

No comments:

Post a Comment