Monday, May 11, 2009

Io Pellegrino -- Me pilgrim

Nome in codice: Pellegrino

Status: Pronto
Missione I: Yamate shichifukuji (山手 七福寺)
Tempo limite: 6 ore
Luogo: Tokyo
Mandante: Nessuno
Richiesta campioni: positivo
Resoconto missione: disponibile
Status missione: completata

Esistono solo a Tokyo 24 pellegrinaggi brevi da fare se ci si vuole ingraziare i favori delle divinità. Il più antico pare sia quello dedicato alla visita dei templi dei sette dei della fortuna. Per questioni logistiche non mi è concesso rivelare il motivo del mio voler peregrinare per templi, basti sapere che per ogni tempio ho prelevato un campione di divinità, che verranno usati per una futura missione ancora più perigliosa.

I templi dedicati alle sette divinità sono disseminati in una zona bella di Tokyo, tra l'altro una di quelle a maggiore concentrazione di residenti stranieri (in media uno per ogni quattro giapponesi da quello che ho potuto vedere), e richiede circa un'ora in totale di solo cammino tra un tempio e il successivo. Per non compromettere la mia missione, che sembrava fosse destinata al più misero fallimento, ho dovuto ripetere alcuni passi dall'inizio e per fortuna tutto è andato come pianificato.

Il pellegrinaggio inizia con il tempio kakurinji (覚淋寺) dedicato al dio Bishamonten, protettore della guerra e dei guerrieri.
Si procede poi con Zuishoji (ずいしょじ), tempio dedicato a Hotei, divinità della felicità.
Più avanti si trova Myoenji (みょえんじ) che è casa di due divinità, Jurojin e Fukurokuju, rispettivamente le divinità di longevità uno e felicità e fortuna l'altro.
Nei primi due templi non ho trovato nessuno all'inizio per poter finire il mio lavoro, di conseguenza, avendo capito come funzionava il meccanismo di prelevamento del campione dopo aver visitato il terzo tempio, ho dovuto rifare la strada una seconda volta. La missione è salva.
Daienji (大円寺) è abbastanza spettacolare e ospita il dio daikoku, dio della ricchezza e del casolare. Qui si trovano anche le statue di tutti e sette i dei e proprio di fronte al tempio principale si trova la statua di un Nyorai buddha: sul suo corpo sono attaccati piccoli fogli d'oro che i fedeli attaccano in corrispondenza alla parte del colpo che a loro fa male, nella speranza che il buddha porti sollievo e faccia passare il malore (Il mio mal di piedi, ad esempio!).
Penultimo tempio è Banryuji (ばんりょじ), casa di benten, dea della musica e delle arti e unica divinità femminile del settetto.
Infine, il più maestoso e spettacolare tempio del pellegrinaggio e Ryusenji (りゅせんじ), che ospita il dio ebisu, protettore del commercio e foriero di buona fortuna.

E con una visita al laghetto di Ryusenji, pieno di carpe e tartarughe si conclude il mio calvario (a questo punto del pellegrinaggio non mi sento più i piedi) e con soddisfazione porto a casa sette piccoli...ehm.....lo scoprirete più avanti nel tempo.
Al momento la missione I è completata!
******************************

Code name: Pilgrim
Status: Ready
Mission I: Yamate shichifukuji (山手 七福寺)
Time limit: 6 hours
Location: Tokyo
Sender: Nobody
Sample collection: positive
Mission report: available
Mission status: accomplished

Only in Tokyo 24 short pilgrimage routes exist to catch some good luck from the gods. The oldest route seems to be the one dedicated to visiting the seven lucky gods. Because of logistic reasons I can't reveal why I am doing a pilgrimage but is enought to know that I extracted a sample of divinity, which will be used for a future more dangerous mission.
The temples fo the seven gods are scattered around a very nice area of Tokyo, one with the most concentration of foreign residents (on average one for every four Japanese,from what I could see), and it requires in total one hour by walking to go from one temple to the next.
Not to compromise the mission, which seemed to be destined to the most miserable failure, I had to redo a few steps since the beginning, and luckily everything went as planned.

The pilgrimage starts with kakurinji temple (覚淋寺) dedicated to bishamonten, god of war and warriors.
Next on the list is Zuishoji (ずいしょじ), temple hosting Hotei, god of happiness.
Further is Myoenji (みょえんじ), which is home for two gods, Jurojin and Fukurokuju, gods respectively of longevity and happiness/fortune.
Now, in the first two temples I couldn't find anybody in order to finish my job, and consequently, after I understood the way to extract my sample in the third temple, I walked back to the first one and started again. the mission is safe.
Daienji (大円寺) is quite spectacular and hosts Daikoku, god of wealth and kitchen. Here are also the statues of all the seven gods and in front of the main temple there's a statue of Nyorai buddha: on his body, gold leaves are rubbed by the worshippers with pain in some parts of their bodies hoping that buddha can relieve them from suffering (my feet, for instance!).
One before the last is Banryuji (ばんりょじ) temple, home for Benten, god of music and fine arts, and the only one female god in the group.
Eventually I reach Ryusenji (りゅせんじ), for sure the most spectacular temple of the pilgrimage. It's home for Ebisu, god of commerce and good fortune.

And with a visit to the Ryusenji pond, full of carps and turtles, my walk is over (at this point of the pilgrimage I can't feel my feet anymore) and with satisfction I bring home the little.....er....you'll discover it later.
At the moment, mission I is completed!

.

No comments:

Post a Comment