Wednesday, March 18, 2009

I paradossi del nostro tempo -- Nowadays paradoxes

Proprio quando volevo cercare di dare espressione a alcuni miei pensieri, ecco una di quelle mail a catena che per una volta mi hanno risparmiato la fatica.....


Abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse,autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.
Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole, più comodità, ma meno tempo.
Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti e ancor più problemi, più medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno,ridiamo troppo poco,guidiamo troppo veloci,ci arrabbiamo troppo,facciamo le ore piccole,ci alziamo stanchi,vediamo troppa TV e preghiamo di rado.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso e con troppa facilità.
Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere.
Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.
Siamo andati e tornati dalla Luna, ma non riusciamo ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno.
Abbiamo creato cose più grandi, ma non migliori.
Abbiamo pulito l' aria, ma inquinato l' anima.
Abbiamo dominato l' atomo, ma non i pregiudizi.
Siamo tutti malati immaginari ma non abbiamo piu immaginazione.
Scriviamo di più, ma impariamo di meno.
Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.
Costruiamo computers più potenti per contenere più informazioni e per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno fra di noi.
Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni.
Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi, case più belle ma famiglie distrutte.
Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta, della moralità a perdere.
*****************************************

Right when I was looking for a way to express some thoughts, I receive one of those chain emails that saved me some efforts for once.......
We have higher and higher buildings, but lower and lower moralities, wider highways but narrower views.
We have bigger houses and smaller families, more comforts but less time.
We have a higher education but less savvy, more experts but even more problems, more medicines but less wellbeing.
We drink too much, smoke too much, we give away money, we don't laugh enough, we drive too fast, we get angry too often, we stay up till late, we wake up tired, we watch too much tv and we rarely pray.
We multiplied our properties, but diminished our valors.
We talk too much, we love less and we hate too often, too easily.
We learnt how to eke out a living but not how to live.
We added years to life, but not life to our years.
We went to the moon but we can't cross the street to meet a newneighbor.
We conquered the outer space but not the inner space.
We built bigger things, but not better ones.
We cleaned up the air but not our soul.
We have dominated the atom but not our prejudices.
We're all imaginary ill, but don't have imagination.
We write more and learn less.
We learnt to rush but not to wait.
We build more powerful computers to store more information but communicate less between us.
There are the days of fast foods and slow digestion, of great men and small personalities, of rich profits and poor relationships.
These are the days of two incomes and more divorces, of nicer houses but broken families.
These are the days of fast travelling, of disposable nappies and no deposit morality.

No comments:

Post a Comment