Sunday, November 30, 2008

Climbing experience

La pallavolo da sola non basta per rilasciare ore e ore di stress accumulate. Per cui, a detta di Fukuda che elogia le virtù anti stress di tale sport, mi improvviso climber e provo anche io l'arrampicata. Abbigliamento comodo, scarpe a noleggio, sacca di gesso in polvere per facilitare l'attrito e una parete inclinata da cui sporgono diverse 'pietre' per forma,dimensione e grado di sporgenza sono le uniche cose di cui si ha bisogno. Poi buona presa e un pizzico di mobilità. Esistono diversi gradi di difficoltà nee percorso di scalata, e le sporgenze a cui ci si deve aggrappare per completare il percorso ascensionale sono contrassegnate da diversi colori. L'unica cosa da fare è partire dal livello di difficoltà più basso, riuscire e ricominciare aumentando gradualmente la difficoltà. Sembrava più difficile prima di iniziare. Andate e scalate.


********************************

Volley itself is not enough to release hours and hours of stress. Therefore, as Fukuda says chanting the stress releasing properties of such a sport, i improvise and become climber and try. Comfortable clothes, rented shoes, chalk to ease the hand grab and a wall where different 'handles' come out from, of varius shapes, size and degree of grabness, are the only things one needs. Then also a good handgrab and a bit of mobility. Different degrees of difficulty are marked by using different colors. The only one thing to do is to start from the easiest level, reach the goal and start again increasing the degree of difficulty. It seemed harder before starting. Go and climb.

No comments:

Post a Comment